News

Latest News In Marketing & Promotions

La Cantina Poggio Alessi Porta il suo vino nel Cuore dell’Asia

La Cantina Poggio Alessi Porta il suo vino nel Cuore dell’Asia

FEATURED

Aperitivi in Vigna: Un’Esperienza Unica alla Cantina Poggio Alessi nell’Oltrepo Pavese

Aperitivi in Vigna: Un’Esperienza Unica alla Cantina Poggio Alessi nell’Oltrepo Pavese

FEATURED

28 Giugno 24 – Serata ALESSI al Island Café: Un’Esperienza Enogastronomica da Non Perdere

Data: 28 giugno 2024
Location: Island Café, Opera Milano
Tema: Degustazione vini ALESSI e specialità di mare

  • Carpacci di Tonno, Branzino e Salmone: Freschi e delicati, i carpacci di pesce saranno l’apertura perfetta per la serata. Ogni boccone sarà un’esplosione di sapori marini, accompagnato dai vini bianchi di Casa Alessi, come il fresco e aromatico Riesling D.O.C. Fermo.
  • Polpo con Verdure: Il polpo tenero e saporito sarà servito con verdure croccanti, creando un equilibrio perfetto di consistenze. Questo piatto sarà esaltato dal Pinot Grigio IGT Provincia di Pavia, un vino bianco che con la sua acidità bilancerà la dolcezza del polpo.
  • Moscardini alla Luciana: Un classico della cucina italiana, i moscardini alla Luciana saranno presentati in tutta la loro saporita bontà. Ideali da abbinare con il Moscato Secco, che con le sue note aromatiche completerà perfettamente i sapori del piatto.
  • Spiedino di Calamari: Deliziosi calamari freschi saranno grigliati alla perfezione e serviti su spiedini. Questo piatto sarà sublimato dal Pinot Nero vinificato in bianco Spumante V.S. Met. Martinotti Brut, le cui bollicine frizzanti puliranno il palato e prepareranno al prossimo boccone.
  • Cheesecake: Per concludere la serata in dolcezza, sarà servita una cheesecake cremosa e leggera. Il dessert sarà abbinato al Passito di Moscato, il vino dolce di Casa Alessi che, con le sue note di miele e frutta secca, si sposerà perfettamente con la cremosità della cheesecake.

Durante la serata, i partecipanti avranno l’opportunità di degustare una selezione dei migliori vini della Cantina ALESSI, noti per la loro qualità e il rispetto della tradizione vitivinicola dell’Oltrepò Pavese. Tra i protagonisti della serata:

  • Riesling D.O.C. Fermo: Fresco, aromatico, con note di agrumi e fiori bianchi.
  • Pinot Grigio IGT Provincia di Pavia: Elegante, con sentori di pera e mela verde.
  • Moscato Secco: Aromatico e fruttato, perfetto per piatti di mare e formaggi freschi.
  • Pinot Nero vinificato in bianco Spumante V.S. Met. Martinotti Brut: Frizzante e vivace, con note di mela e crosta di pane.
  • Passito di Moscato: Dolce e avvolgente, con aromi di miele, frutta secca e agrumi canditi.

Questa serata rappresenta un’occasione imperdibile per gli amanti del buon vino e della buona cucina. Non solo sarà possibile degustare una selezione di vini eccellenti, ma anche godere di un menu studiato appositamente per esaltarne le caratteristiche. Sarà una serata all’insegna del gusto, del divertimento e della scoperta di nuovi abbinamenti enogastronomici.

Per partecipare alla Serata ALESSI, è consigliata la prenotazione, dato il numero limitato di posti disponibili. Per informazioni e prenotazioni, contattare l’Island Café a Opera Milano.

Non perdete questa straordinaria occasione per vivere un’esperienza enogastronomica unica.

Vi aspettiamo il 28 giugno 2024 all’Island Café per una serata indimenticabile con i vini della Cantina ALESSI.

Hello world!

Viticulture in most of the Old World wine regions dates back to several hundred or even thousands of years with the Phoenicians, Greeks and Romans establishing some of the earliest vineyards. Over centuries, these Old World wine regions have developed viticultural techniques and practices adapted around their unique climates and landscapes. Many of these practices are enshrined in local wine laws and regulations such as the French Appellation d’origine contrôlée (AOC) regulations. One distinction between an Old World vineyard and a New World vineyard is generally the high vine density and close proximity of plantings in the Old World, which were often planted years before the use of mechanical agriculture became popular. In regions such as Bordeaux, vines were often planted 1 metre (3 ft) apart in rows that were also separated by 1 metre (3 ft) with spacing that was sufficient for pruning and harvesting being done manually. In New World wine regions like Australia, which was quick to adopt mechanical techniques, vines were often planted apart 3.7 metres (12 ft) by 2.5 metres (8 ft). While spacing between vine rows has shrunk in many Old World wine regions began adopting mechanical techniques in the late 20th century, some regions are still characterized by the high density of vines in their vineyards.

Scroll to top

Iscriviti alla nostra News letter

Non inviamo spam! Leggi la nostra [link]Informativa sulla privacy[/link] per avere maggiori informazioni.